+ 39 091580909
  •  

Descrizione

Bel percorso poco antropizzato e ricco di vegetazione che si snoda tra le campagne siciliane. Decidere di percorrerlo in primavera riserva all’escursionista uno spettacolo mozzafiato. Il sentiero scende nel primo tratto lungo una vallata ricca di corsi d’acqua tra Calatafimi e Alcamo. Il punto di partenza è la chiesa Santuario di Giubino appena 2 chilometri fuori il centro abitato di Calatafimi. Il Santuario, sul versante settentrionale del colle Tre Croci, dirimpetto alle rovine dell’antica Segesta, è uno dei più noti santuari della Sicilia, e la sua fama è legata alla memoria del Beato Arcangelo Placenza che visse qui gli anni giovanili da eremita in una grotta. Successivamente, il Beato entrò nell’ordine dei frati francescani e si trasferì ad Alcamo, dove visse anche qui in una grotta, dietro l’attuale convento di S. Maria di Gesù, di cui è ritenuto fondatore. Qui, dove morì il 24 luglio del 146 e dove sono conservate le sue reliquie, gli apparve la Madonna mentre egli era intento in preghiera. Il tracciato prende spunto proprio dall’originale tragitto che il Beato percorreva da Calatafimi fino ad Alcamo. Una discesa di circa 8 km, prima su asfalto e poi su sentieri e trazzere, conduce a fondovalle. Da qui si rimane ammaliati dalla maestosità del bosco di Angimbé, una delle poche sugherete naturali siciliane e a seguire si incontra il Baglio Mezzatesta, tipica casa rurale trapanese. Camminando tra arbusti, grano e i fiori gialli della Brassica nigra, detta senape nera, potrete ubriacarvi degli odori della campagna siciliana. Al km 5 del percorso (lungo in tutto 13,60 km), in corrispondenza di una casa rurale con armenti, è possibile imboccare una deviazione (di ulteriori 4.5 chilometri) fino a un antico baglio dei Florio, (da qui, su dei convogli, partiva il Marsala per tutta Europa). Dopo la visita al Baglio si prosegue sulla strada provinciale che segue parallela la ferrovia sulla destra un piccolo passaggio a livello che bisogna superare proseguendo sul sentiero che sale verso Alcamo. Poco prima del km 11 (punto in cui si attraversa un sottopassaggio al di sotto dell’autostrada) si passa un piccolo corso d’acqua. Con circa 5 km di strada e circa 230 m di dislivello in salita si giunge alla Chiesa di S. Maria del Gesù. In cima al sentiero si può godere della vista del Golfo di Castellammare, del Monte Inici e dei monti Riserva dello Zingaro. Gli ultimi 2 km si percorrono dentro il bel centro storico di Alcamo, fra luoghi di culto e castelli.


Map of the tour


Tour Details

Servizi
  • Medio
  • a piedi

Length
13,60 km

Altitude difference
326 m

Duration
5 ore