+ 39 091580909
  •  

Descrizione

Partendo dal Convento dei Cappuccini e la Chiesa di Santa Maria degli Angeli, scenderete da uno dei borghi più belli d’Italia, fino al punto più basso del percorso a 743 metri e poi di nuovo su fino a 1.077 metri. Rimarrete letteralmente stregati dal panorama, che spazia della cima fumosa dell’Etna e scivola sulle Madonie. Questo è il percorso del vento: il vento di Sella del Contrasto e quello che anima le pale eoliche che vi sovrasteranno. A fine giornata a quota 1.010 metri, potrete costeggiare la Fiumara d’Arte con le sue incredibili opere. E poi doppiata la vetta, in discesa fino alla Chiesa di San Francesco di Mistretta, la “sella dei Nebrodi”. Parliamo di un pregevole percorso cicloturistico prevalentemente su asfalto, che – come anticipato – mette in comunicazione la Chiesa di Sant’ Antonio Abate a Gangi con la Chiesa di San Francesco a Mistretta. Dando un’occhiata al “su e giù” che il tracciato vi riserverà, se sceglierete di portare avanti questa bella avventura, il percorso può concettualmente dividersi in tre tranches, culminanti tutte e tre in un passo. Il primo passo, quando sarete già ammaliati dal paesaggio, lo si raggiunge dopo quindici chilometri circa da Gangi. La cittadina è stata, e a ben donde, proclamata borgo dei borghi nel 2014. È un borgo medievale bellissimo, arroccato sul monte Barone, circondato da colline verdeggianti, sorge sulle rovine di un insediamento ellenico. Le splendide facciate dei palazzi, le piccole “putìe” (negozi) di prodotti enogastronomici tipici, il suo dedalo di viuzze e case d’altri tempi, senza contare l’ospitalià e il sorriso della gente del luogo vi cattureranno in un incantesimo di poesia. Dal delizioso belvedere della piazza del Popolo potrete mirare la vallata sottostante e un presepe di tetti, mentre da piazza San Paolo riuscirete a distinguere il comignolo dell’Etna. Il tragitto ha inizio a Gangi nella parte più alta del paese presso la Chiesa di Sant’Antonio Abate (quota 973 metri s.l.m.) Per i primi dieci chilometri potrete procedere in discesa fino a raggiungere la quota più bassa di 743 m s.l.m., per poi risalire fino a 1.077 m s.l.m., picco più alto della giornata, (che raggiungerete – come detto sopra – al km 15,6). Il panorama, ve ne accorgerete, è incredibilmente vario e ampio, la vista rapirà il vostro sguardo e vi condurrà con le ali dell’immaginazione dall’Etna fino alle Madonie. Man mano che pedalerete, alternando brevi scollinate e a percorsi in piano, potrete raggiungere il secondo passo (al chilometro 25 circa) e poi giù di nuovo in discesa. Il terzo e ultimo passo della giornata (quota 1.010 m s.l.m.), lo si raggiunge al chilometro 37. Accanto avete la Fiumara d’Arte, un suggestivo museo all’aperto costituito dalle sculture di artisti contemporanei lungo gli argini del fiume Tusa. Dopo aver raggiunto la vetta, scivolerete su una breve discesa che vi condurrà a Mistretta fino alla Chiesa di San Francesco, nostro punto di arrivo.


Map of the tour


Tour Details

Servizi
  • Per esperti
  • in bici

Length
40,20 km

Altitude difference
1.040 m

Duration
8 ore