Da Calatafimi ad Alcamo

DESCRIZIONE

Percorso verde di Natura e giallo di grano, fra le colline e le vallate caratteristiche del nord dell’Isola: un susseguirsi ipnotizzante di rilievi dolci e vie, che sembrano essere state fatte per voi e il vostro destriero. E tutto questo sebbene l’inizio e la fine, nell’approssimarsi di Calatafimi e Alcamo, siano caratterizzati dal passaggio su strade asfaltate. La maggior parte del percorso alterna strade bianche e sterrate, e nella prima parte -attraversando il bellissimo Bosco Angimbè- l’ombra sarà vostra fedele compagna. Quando il paesaggio si farà così bello da distrarvi o la discesa procederà su asfalto, prendete il vostro cavallo e procedete a mano: oltre a essere meno pericoloso vi farà godere di più della bellezza circostante. Tutto inizia dalla Chiesa del Giubino a Calatafimi a (392m s.l.m) (per visitarla, occorre contattare preliminarmente il partner locale). Man mano che procederete preparatevi a panorami mozzafiato su Calatafimi, sulla vallata, sul Monte Bonifato e sul Bosco d’Alcamo che vi dominerà dall’alto. La Sughereta dell’Angimbè è un bosco incantato: esteso per ben 133 ettari, è uno dei luoghi più belli e naturalisticamente più importanti del territorio circostante; ricco di fascino non solo per le specie arboree che vi dominano – la Quercia da sughero e il Leccio, su tutte – ma anche per la straordinaria ricchezza di arbusti ed erbacee che compaiono nel sottobosco. Lasciando il bosco proseguirete poi attraversando campi coltivati e vigneti fino a raggiungere il fiume San Bartolomeo alle pendici di Alcamo. Il cammino sarà unico nel suo genere: dolcemente risalirete fra i campi coltivati fino a entrare nel paese di Alcamo, dalla parola araba al-qama, che significherebbe “terra fangosa” o “terra fertile”. Attraverserete il delizioso paese per la via principale, cioè viale Europa, fino a raggiungere il Convento Francescano Santa Maria del Gesù, adiacente al quale troviamo la bellissima Statua di San Francesco (per visitare il complesso conventuale, occorre contattare preliminarmente il partner locale).

INFO E CONSIGLI
– In discesa, in alcuni tratti meglio procedere con il cavallo a mano.
– Attenzione anche nell’attraversare il fiume San Bartolomeo, specie se in piena.
– Il percorso è adatto a tutte le stagioni, ma sempre meglio evitare i periodi più caldi dell’anno (luglio e agosto).
– Non dimenticate di portare con voi un power bank o di noleggiarlo presso i partner di Calatafimi o Alcamo. La carica del vostro smartphone si potrebbe rivelare insufficiente

VALENZE PRINCIPALI

Percorso Paesaggistico e Naturalistico; Percorso Botanico

SERVIZI PER I CAVALIERI

LOCANDE DI POSTA
Baglio Fastuchera, Alcamo


NOLEGGIO POWER BANK
Comitato Madonna di Giubino, Calatafimi
Archeo Club Calatub
, Alcamo


CENTRI E ASSOCIAZIONI DI EQUITAZIONE
Old West, Alcamo


VETERINARI
Dott. Molinari Piergiorgio


MANISCALCHI
Cataldo Rosario


PUNTI SOSTA
Centro di Equitazione Old West
Fontana di Costa
Bosco Angimbè